fbpx

Campagne pubblicitarie a pagamento: ecco i falsi miti

Campagne pubblicitarie a pagamento: falsi miti

Condivido il caso studio di una Azienda, come spunto di riflessione.

Questa Azienda lo scorso Natale commissiona ad un’Agenzia di Web Marketing, una campagna a pagamento da sponsorizzare su Facebook e Instagram, della durata di 4 settimane, con lo scopo di incentivare le vendite nel periodo natalizio. Viene creata una landing page con un video con specifiche immagini natalizie, quindi utilizzabile solo in quella occasione. L’operazione costa 1260 euro.

I numeri parlano ed io sono abituata a fare i conti con la calcolatrice. Anche il pallottoliere va bene. Conoscendo la marginalità media del servizio che questa Azienda vende, che indichiamo in Euro 18 (lordi, ma non complichiamoci la vita), per poter andare a pareggio, avrebbe dovuto vendere 70 pz (per andare a pareggio, ribadisco).

Il suo video è stato visualizzato oltre 27.000 volte.

Considerando un engagement rate medio MINIMO del 5% (sappiamo che dovrebbe essere più alto, ma accontentiamoci per ora), circa 1350 persone avrebbero dovuto trovare interessante l’annuncio.

In base alle regole del marketing tradizionale (che ormai nessuno più considera, o forse nessuno più conosce) la percentuale di chiusura delle trattative è del 2% (se è inferiore abbiamo un problema).

Il 2% su 1350 persone interessate = 27.

Con la vendita di 27 pezzi, non si arriva minimamente al pareggio, che è 70 (ripetiamo: pareggio!!).

Vuoi sapere quanto ha venduto realmente? ZERO !!

La Web Agency ha fatto il suo lavoro, ha portato 27000 visualizzazioni (perché sono queste le risposte che ti danno).

Quando vado in consulenza in questa Azienda, mi accorgo che i social media sono completamente fermi da oltre 1 anno, dove ormai tutti sanno che qualsiasi funnel di marketing che FUNZIONA OGGI, parte dalla relazione che si riesce a creare con il proprio pubblico grazie ai social. Il sito web è obsoleto e lento (= a bassa conversione).

In questa situazione, non ci si può stupire di quei risultati.

Inoltre c’è un’altra questione importante che pochi considerano: perché l’engagement rate sulle campagne a pagamento può trarci in inganno. Te ne parlo nel prossimo articolo.

👉 Se vuoi capire di più su come la SOCIAL SELLING può migliorare le tue vendite, non esitare a contattarmi.

Ti invito a riflettere sull’argomento e noi ci leggiamo al prossimo articolo.

Social Selling secondo ChatGPT

La Intelligenza Artificiale deve considerarsi una grande opportunità, anche semplicemente come supporto che ci aiuta a capire se stiamo facendo bene il nostro lavoro ed